contatore visite free Jobs Act autonomi, i professionisti denunciano un dietrofront sulle tutele - Fratelli Lombardo

Jobs Act autonomi, i professionisti denunciano un dietrofront sulle tutele

22 Gen Jobs Act autonomi, i professionisti denunciano un dietrofront sulle tutele

22/01/2016 – Potrebbero essere ridimensionate le misure contenute nel Jobs Act degli autonomi. È la denuncia lanciata con l’hashtag #NonCiGarba dall’associazione dei freelance Acta in rete insieme ad Alta Partecipazione, Confassociazioni e Confprofessioni.
 
La totale deducibilità delle spese per la formazione e l’aggiornamento professionale, la tutela in caso di malattia grave, gli strumenti per difendersi dai ritardi nei pagamenti delle parcelle e l’aumento del periodo di congedo parentale sono alcuni dei cardini su cui poggia lo statuto dei lavoratori autonomi.
 
Rispetto al testo circolato ad ottobre, potrebbero essere inserite delle condizioni che limiterebbero la portata di alcune misure.
 
Jobs Act autonomi, formazione e aggiornamento professionale
Il testo circolato a ottobre prevede l’integrale deducibilità delle spese per la formazione e l’aggiornamento professionale fino a un massimo di 10..
Continua a leggere su Edilportale.com

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Mostra
Nascondi